In vigore le “Disposizioni concernenti la disciplina dei rapporti tra enti e operatori volontari del servizio civile universale”

 

Approvate in data 14 gennaio 2019, con dPCM a firma del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Vincenzo Spadafora, le Disposizioni concernenti la disciplina dei rapporti tra enti e operatori volontari del servizio civile universale”.

Si tratta del provvedimento fondamentale che disciplina il rapporto tra i volontari e gli enti di servizio civile che impiegano gli stessi nella realizzazione di progetti e che sostituisce il “Prontuario concernente la disciplina dei rapporti tra enti e volontari del Servizio civile nazionale”, approvato con il D.M. 22 aprile 2015.

Il nuovo provvedimento recepisce le previsioni introdotte dal decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, in particolare con riferimento alla possibile diversa durata e articolazione oraria dei progetti di servizio civile, e si ispira ai principi di semplificazione e trasparenza dell'azione amministrativa, al fine di rendere più chiara e maggiormente efficace la gestione del rapporto tra enti e volontari del servizio civile.

Al riguardo, si rammenta che l’approvazione di tale provvedimento è presupposto necessario per avviare al servizio civile IL15 gennaio 2019, circa 18.000 volontari, selezionati in relazione ai bandi pubblicati in data 20 agosto 2018, che si aggiungono ai 10.000 già entrati in servizio l’11 dicembre 2018 in progetti per i quali non era invece prevista l’attuazione delle novità introdotte dalla riforma.

Le Disposizioni sono immediatamente applicabili nelle more della registrazione del citato dPCM da parte dei competenti organi di controllo.

In allegato il Nuovo Prontuario.