Bando di Servizio Civile Nazionale 2016: Posti anche all'estero

 

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ALL'ESTERO

All'interno del bando di servizio civile nazionale 2016 sono inseriti anche i progetti con sedi all'estero. 

Attenzione è un unico bando pertanto bisogna scegliere 1 solo progetto, con sede in Italia oppure all'estero, non è possbile presentare due domande altrimenti si viene esclusi automaticamente.

Se siete interessati a svolgere l'esperienza di servizio civile in un paese straniero potete consultare il motore di ricerca nazionale e fare un ricerca per paese di destinazione o per ambito di intervento.

Di seguito segnaliamo alcuni degli incontri informativi organizzati dagli enti della regione emilia Romagna su progetti di servizio civile con sedi all'estero:

Associazione comunità Papa Giovanni XXIIIhttp://www.odcpace.org/:

venerdì 10 giugno 9.30-10.30 e 11.30-12.30 webinar informativo 

sabato 11 giugno ore 11-13 Casa Famiglia di via Pirandello 7 Bologna

IBO Italia http://iboitalia.org/

sabato 11 giugno  (10 – 13) in Via Montebello 46/a - 44121 Ferrara, per iscrizioni compila il modulo on line

RTM - Reggio Terzo Mondo www.rtm.ong

Mercoledì 15 Giugno dalle ore 11.00 alle ore 13.00 presso la sede RTM via Fleming, 10 – Reggio Emilia

Per i volontari impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile all’estero, in aggiunta all’assegno mensile di 433,80 euro spettanti ai volontari in servizio civile in Italia, è prevista una indennità giornaliera, che sarà corrisposta per il periodo di effettivo servizio all’estero, differenziata in base al criterio del “costo paese” in cui i volontari sono impegnati. La predetta indennità aggiuntiva non è corrisposta durante i periodi di servizio (compresi quelli dedicati ad attività formative) in cui i predetti volontari si trovano nel territorio nazionale e durante i periodi di permesso anche se fruiti all’estero. Parimenti detta indennità non è corrisposta ai giovani residenti nel Paese dove si realizza il progetto. Nel caso di malattia all’estero l’indennità è corrisposta per i primi 15 giorni.
La misura dell’indennità estera giornaliera spettante ai volontari è pari a:
- 15,00 euro per i progetti da realizzarsi in Europa (Area euro e Paesi dell’Europa Occidentale) Paesi del Nord America (Area dollaro) e Giappone (Area Yen);
- 14,00 euro per i progetti da realizzarsi nella Federazione Russa, Paesi dell’Europa dell’Est, Asia (compreso Medio- oriente, India, Cina ed escluso il Sud-est asiatico), Oceania;
- 13,00 euro per i progetti da realizzarsi in Africa, Sud-est asiatico; Paesi del Centro e Sud America.
È altresì previsto un contributo giornaliero per le spese di gestione ed attuazione dei progetti, nonché per il vitto e l’alloggio, corrisposto all’ente di impiego durante il periodo di effettiva permanenza dei volontari all’estero, differenziato per area geografica di attuazione del progetto.
La misura del contributo estero giornaliero è pari a:
- 30 euro a volontario per i progetti da realizzarsi in Europa (Area euro e Paesi dell’Europa Occidentale) Paesi del Nord America (Area dollaro) e Giappone (Area Yen);
- 27 euro a volontario per i progetti da realizzarsi nella Federazione Russa, Paesi dell’Europa dell’Est, Asia (compreso Medio- oriente, India, Cina ed escluso il Sud-est asiatico), Oceania;
- 24 euro a volontario per i progetti da realizzarsi in Africa, Sud-est asiatico; Paesi del Centro e Sud America.
Le spese di trasporto per complessivi due viaggi di andata e ritorno dall’Italia al Paese estero di realizzazione del progetto sono anticipate dall’ente che realizza il progetto e rimborsate dal Dipartimento.
I volontari idonei selezionati in progetti all’estero, nei 30 giorni precedenti la partenza per il Paese di destinazione, sono obbligati, per motivi di sicurezza, all’iscrizione al sito www.dovesiamonelmondo.it del Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale. L’ente titolare del progetto deve verificare l’effettiva iscrizione dei volontari al predetto sito, atteso che l’inosservanza di tale adempimento preclude la partenza all’estero dei volontari non registrati. L’eventuale partenza all’estero di volontari non registrati comporta l’immediato rientro degli stessi in Italia con addebito agli enti del costo del viaggio di rientro.